Product was successfully added to your shopping cart.

Approfitta dell'offerta

dal 24 al 26 Febbraio su tutti i prodotti non in promozione

  • -25€ su 100€
  • -75€ su 250€
  • -140€ su 400€
 

Recupera la tua password

Inserisci il tuo indirizzo email di seguito. Riceverai un link per fare il reset della password.

0
0,00 €

Non hai articoli nel carrello.

Detrazione Fiscale

Il bonus mobili è una detrazione fiscale del 50% per l’acquisto di elettrodomestici e arredi

Importo Massimo

L’importo massimo detraibile è 10.000€ per ogni unità immobiliare.

Validità

E’ valido dal 06/06/13 al 31/12/16

Si ottiene la detrazione indicando le spese sostenute, nella Dichiarazione dei redditi (Modello 730 o Modello Unico per persone fisiche). E’ necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni, anche se non sono ancora state pagate le spese. L’acquisto dei mobili deve essere effettuato nel periodo compreso tra il 6 Giugno 2013 e il 31 Dicembre 2016.
Possono usufruire del Bonus Mobili tutte le persone fisiche che abbiano eseguito o stiano eseguendo un intervento di recupero del patrimonio edilizio relativamente ad una unità immobiliare. Per interventi di recupero del patrimonio edilizio si intendono gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia. Gli arredi acquistati devono essere destinati all'unità immobiliare oggetto dell'intervento di recupero edilizio.
Se siete una giovane coppia, che ha costituito un nucleo familiare da almeno 3 anni, in cui almeno uno dei componenti non abbia superato i 35 anni e avete acquistato la prima casa, potete usufruire del "Bonus mobili giovani coppie" dove è prevista la detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016, applicabile ad una somma fino a 16.000. Questa però non può essere cumulabile con il Bonus Mobile.
Chi usufruisce del bonus ristrutturazione può usufruire anche del bonus mobili. Il bonus mobili è un ulteriore sconto fiscale Irpef del 50% che, indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori, è applicabile a una spesa massima di 10.000€ ed è recuperabile in 10 rate di pari importo.
  • Mobili nuovi (come comodini, armadi, librerie, scrivanie, letti, divani, credenze etc..)
  • Illuminazione (come lampade a sospenzione, abat jour piantane, etc..)
  • Elettrodomestici nuovi di classe non inferiore alla A+
Nell'importo delle spese sostenute per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, possono essere incluse le spese di spedizione purché il pagamento sia effettuato con le stesse modalità richieste per usufruire della detrazione.
Non sono inclusi nel bonus mobili l’oggettistica per la cucina, il bagno e il salotto e i complementi d’arredo (come tappeti, appendiabiti etc…).
Per rendere un bonifico parlante è necessario indicare:
  • Causale del versamento (ristrutturazione o riqualificazione energetica)
  • Codice fiscale dell’acquirente
  • Codice fiscale o partita Iva del beneficiario del pagamento
Per rendere un bonifico parlante è necessario indicare:
  • Ricevuta del bonifico “parlante”
  • Ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di debito o di credito)
  • Documentazione di addebito sul conto corrente
  • Fatture di acquisto riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni acquisiti e, preferibilmente, il codice fiscale dell’acquirente
E’ possibile acquistare presso qualsiasi negozio che venda arredi, compresi gli shop online, attraverso bonifico bancario, carta di credito o bancomat. Per il pagamento mezzo bonifico bancario, è necessario che sia “parlante”. Per acquisti tramite carta di credito o paypal è importante che la fattura di acquisto comprenda tutte le informazioni relative all’acquirente, al venditore e alla quantità e tipologia del prodotto acquistato.

Per approfondimenti invitiamo a consultare il portale BonusMobili.it

Le informazioni riportate in questa pagina sono ad uso puramente informativo. E' esclusiva responsabilità dell'acquirente verificare di avere i requisiti per accedere alla detrazione ed eseguire le procedure per richiederla in modo corretto. Invitiamo tutti coloro che abbiano dubbi sui requisiti per la detrazione, a consultare la normativa e verificare con un professionista.